Stile di vita ecosostenibile: cosmesi bio, moda etica, ecoturismo, benessere olistico

Vivere felici senza PLASTICA

By Habanero Angelica maggio 01, 2020 , , , , , , ,

Plastica inquinamento




Vivere felici senza plastica: la guida definitiva verso il cambiamento.



Gli autori di VIVERE FELICI SENZA PLASTICA, sono una coppia canadese Chantal Plamondon e Jay Sinha, fondatori di Life Without Plastic, negozio online di prodotti RIFIUTI ZERO e fonte di informazioni per alternative sicure.

Vivere felici senza plastica è il nostro obiettivo, per la salute di tutti noi e perché sta inquinando ogni angolo del pianeta. Non riusciremo mai a centrarlo in pieno, perché la plastica <<vive>> decisamente più a lungo di noi, ma non è questo il punto.
Conta l'impegno nell'evitarla, ed è uno sforzo che dobbiamo fare tutti insieme: ecco di cosa il mondo ha un disperato bisogno. - Il messaggio introduttivo che la coppia canadese, condivide all'inizio del manuale, edito da Sonda Edizioni.

Il nostro modo consumistico di vivere, ci ha portati a usare e consumare sempre più plastica a tal punto da renderci quasi "schiavi" dell'usa e getta e farci convincere che sia ormai impossibile vivere senza plastica.

Questo accuratissimo manuale ci fornisce gli strumenti per comprendere, approfonditamente, il problema e affrontarlo con consapevolezza.

I punti focali su cui è articolato l'intero testo sono:

 Cambiare la percezione che abbiamo rispetto a questo materiale altamente inquinante;
 Arrestare alla base l'inquinamento e l'avvelenamento da plastica. non utilizzandola e prediligendo prodotti alternativi;
 Progredire verso un sistema di economia circolare;
 Partecipare attivamente alle azioni individuali e alle iniziative locali.

inquinamento plastica tema  inquinamento plastica soluzioni



UNA VITA CIRCOLARE SENZA PLASTICA

Il libro si conclude con i dati di uno studio scientifico, pubblicato nella rivista PNAS nel 2015, condotto da ricercatori del Commonwealth Scientific and Industrial Research Organisation e dall'Imperial College London, nel quale dall'analisi su 186 specie di uccelli marini, è emerso che:


  • Nello stomaco del 60% degli uccelli marini è presente la plastica.
  • Il 90% degli uccelli ancora vivi abbia mangiato plastica in qualche sua forma.
  • Basandosi sui tassi  attuali di produzione della plastica, entro il 2050 sarà presente nello stomaco del 99% degli uccelli marini.

Dati allarmanti, che non possono essere ignorati, in quanto sono una minaccia per l'intero ecosistema, campanello di allarme della gravissima emergenza globale e di un sistema malato.

Il testo, nella sua versione originale, è stato scritto nel 2017 (tradotto in italiano nel 2019), ma mai come oggi sento la necessità di consigliarlo caldamente a tutti. L'attuale pandemia, ha sconvolto l'intero pianeta, per cui credo sia l'occasione giusta per la riflessione, che non riguarda esclusivamente depennare la plastica dalla nostra vita, ma cambiare la maniera con cui ci rapportiamo alla nostra terra, le abitudini malsane, l'irrefrenabile consumismo che ci rende vittime di noi stessi, l'individualismo pleonastico che ci appartiene da secoli.

Come esortano gli autori: "Si può. Si deve. Ci piace!"

inquinamento della plastica nell'aria

Potrebbe interessarti anche:

8 Comments

  1. Interessantissimo vademecum per uno stile di vita plastic-free.
    Lo acquisterò con piacere!
    Ciao dolce Angy!!! :-*

    RispondiElimina
  2. This is wonderful! It is so important to look at ways to cut back or focus on a plastic free household.
    the creation of beauty is art.

    RispondiElimina
  3. Have a great weekend.

    http://www.amysfashionblog.com/blog-home

    RispondiElimina
  4. Ti ho scoperta da pochissimo e ti seguo con interesse!
    Complimenti per quello che fai e per come svolgi la tua attività.

    RispondiElimina
  5. Grande! La lettura a tema è ormai ricca, io ho smaltito alcuni libri che avevo accantonato da tempo.
    Acquisterò sicuramente anche questo.
    Il tuo impegno è il cambiamento più grande, non c'è libro che tenga.

    RispondiElimina
  6. Ciao, io sono arrivata a metà del libro e già mi piace molto.

    RispondiElimina
  7. Ramona De Luca4 maggio 2020 16:25

    Ero molto curiosa di leggere questa recensione, la stavo proprio aspettando. Ha trovato consigli utili a livello pratico?

    RispondiElimina
  8. Amica mia, dalle tue parole si intuisce già quanto questa lettura sia estremamente interessante. Concordo perfettamente, mai come in questo periodo storico si avverte la necessità di difendere il proprio pianeta, responsabilizzarsi ad un consumo equilibrato e a cambiare la percezione che abbiamo di questo materiale. Incredibile l'indagine finale, mette davvero i brividi...ti abbraccio e ti voglio bene

    RispondiElimina